Principale » dipendenza » Cosa devono sapere le coppie sposate in merito al trattamento silenzioso

Cosa devono sapere le coppie sposate in merito al trattamento silenzioso

dipendenza : Cosa devono sapere le coppie sposate in merito al trattamento silenzioso
Il trattamento silenzioso non funziona. Ed è cattivo. Questa forma di abuso emotivo e verbale come tattica di manipolazione è anche inefficace e danneggia il tuo matrimonio. Oltre a lasciare irrisolti importanti problemi nel tuo matrimonio, il trattamento silenzioso può far sentire inutile, non amato, ferito, confuso, frustrato, arrabbiato e insignificante il coniuge.

Quando fai il broncio o fai il broncio e rifiuti di parlare di un problema, accetti le scuse o aiuti a prendere una decisione, non solo stai chiudendo il tuo coniuge, ma sei crudele. Come dire "Non mi interessa" o "qualunque cosa" o alzare gli occhi o sorridere, usare il trattamento silenzioso è uno sbirro.

Come rispondere al trattamento silenzioso

  • Se il tuo coniuge nega di offrirti il ​​trattamento silenzioso dicendo che è solo un periodo di riflessione o un desiderio di spazio o tempo da solo, fai notare con tono rispettoso che non sei un lettore mentale e che un bisogno di spazio dovrebbe essere espresso prima del periodo di silenzio e che dovrebbe esserci un limite di tempo per volersi rinfrescare o mettere insieme il proprio atto.
  • Alcuni esperti raccomandano di non riconoscere il silenzio o la modalità spalla fredda e suggeriscono di lasciare il coniuge da solo per tenere il broncio.
  • Non rispondere con minacce.
  • Riconoscere la tattica di non parlarti è una tattica di controllo o un modo per evitare di dover ammettere di aver fatto un errore. Smetti di inventare modi per convincere il tuo compagno a parlarti.
  • Andarsene. Fai qualcosa di divertente o interessante che vuoi fare. Ma se il tuo coniuge ti parla, rispondi con una voce gentile e cortese.

Quello che gli altri hanno da dire sul trattamento silenzioso

Kipling D. Williams: "Un sondaggio di oltre 2.000 americani condotto da Faulkner et al. (1997) ha rilevato che il 67% ha ammesso di usare il trattamento silenzioso, deliberatamente non parlando con una persona in sua presenza, o una persona cara. La percentuale era leggermente più alto (75%) per coloro che hanno indicato di essere stati il ​​bersaglio del trattamento silenzioso da parte di una persona cara ... Hanno scoperto che il trattamento silenzioso aveva le stesse probabilità di essere usato dai maschi come dalle femmine e che era usato più spesso per porre fine ai comportamenti di un partner piuttosto che per sollecitarli ".
Fonte: dottorato di ricerca Kipling D. Williams. Ostracismo: il potere del silenzio. 2002. pag. 9-10. Gregory L. Jantz, Ann McMurray: "Il silenzio, la perdita della relazione verbale, ha lo scopo di esigere un tributo emotivo sull'altra persona, che spesso farà di tutto per tentare di ristabilire la comunicazione con l'aggressore. Questo livello di controllo è esattamente ciò che l'aggressore sta cercando, oltre a un modo per sfogare la propria rabbia nei confronti dell'altra persona. Non esprimendo verbalmente quella rabbia, "evitando" di mostrare rabbia, è permesso che l'abusatore si senta come se la vittima fosse l'unica persona in colpa per qualsiasi errore sia percepita dall'autore.

Se la vittima risponde al trattamento silenzioso con rabbia, l'aggressore è doppiamente giustificato. "
Fonte: Gregory L. Jantz, PhD, Ann McMurray. Guarire le cicatrici dell'abuso emotivo. 2009. pag. 78. Walter B. Roberts: "I trattamenti silenziosi sono usati per controllare la situazione per mancanza di risposte. Quando non fanno nulla, gli altri devono fare tutto il lavoro. Il potere dei trattamenti silenziosi sta nelle loro capacità di avere sempre ragione. .. Mantengono una posizione di superiorità non possedendo una parte di un piano - se li lasciamo andare via con esso ... Il trucco è sempre quello di mantenere impegnati i Trattamenti silenziosi e forse anche fornire una piccola provocazione positiva per ottenerli per rispondere, come metodo per aumentare la loro partecipazione ".
Fonte: Walter B. Roberts Jr. che lavora con i genitori di bulli e vittime. 2008. pag. 75. Sharon Anthony Bower, Gordon H. Bower: "Il modo migliore per contrastare il trattamento silenzioso è far valere i tuoi diritti e chiedere un interlocutore".
Fonte: Sharon Anthony Bower, Gordon H. Bower. Affermarsi: una guida pratica per un cambiamento positivo.

1991. pag. 121.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento