Principale » dipendenza » Comprensione dell'eritrofobia

Comprensione dell'eritrofobia

dipendenza : Comprensione dell'eritrofobia
L'eritrofobia, o la paura di arrossire, è una fobia relativamente complessa da superare. Arrossire è una risposta fisiologica, tra l'altro, all'ansia. Questo rende l'eritrofobia una delle poche fobie che si autoalimentano, il che significa che più ti preoccupi, più è probabile che tu sperimenti il ​​tuo oggetto di paura.

La risposta arrossente

Arrossire fa parte della risposta di lotta o fuga, una reazione involontaria innescata dal sistema nervoso simpatico. Quando siamo ansiosi o imbarazzati, i nostri corpi sono inondati di adrenalina, nota anche come adrenalina, che ci fa provare sintomi fisiologici molto reali. Oltre ad aumentare la frequenza cardiaca, sopprimendo il sistema digestivo e inibendo il dolore, l'epinefrina può anche agire come vasodilatatore su alcuni vasi sanguigni. Fa allargare i vasi sanguigni, migliorando il flusso di sangue e ossigeno in particolari regioni del corpo.

Arrossire è uno sfortunato effetto collaterale della vasodilatazione di alcune vene del viso. Man mano che questi vasi sanguigni in faccia si allargano, l'aumento della circolazione provoca l'arrossamento delle guance. La vasodilatazione a volte si verifica per altri motivi, tra cui il consumo di alcol e determinate condizioni mediche.

Indipendentemente dalla causa sottostante, è probabile che quelli con eritrofobia diventino ansiosi e imbarazzati quando si verifica. Ciò porta a un circolo vizioso in cui il rossore tende a peggiorare.

Fobia sociale

La paura di arrossire è una forma di fobia sociale specifica. Molte persone con eritrofobia soffrono anche di altre fobie sociali, sebbene l'eritrofobia si presenti occasionalmente da sola. La paura generalmente non è della stessa reazione arrossente, ma piuttosto dell'attenzione che potrebbe attirare dagli altri. Se siamo ansiosi o imbarazzati, l'ultima cosa che vogliamo è ulteriore attenzione. Il rossore è di solito accompagnato da una varietà di pensieri negativi che si concentrano tutti su come potremmo essere percepiti. Questo, a sua volta, aumenta il livello di arrossimento, che alimenta ulteriormente i pensieri negativi e quindi ci fa sentire ancora più ansiosi o imbarazzati.

Sintomi

Ironia della sorte, il sintomo più forte della paura di arrossire è generalmente arrossendo ulteriormente. Quando ti accorgi che stai perdendo il controllo della situazione, probabilmente diventerai sempre più rosso. Inoltre, potresti riscontrare sintomi di fobia comuni come tremore, sudorazione, aumento della frequenza cardiaca e difficoltà a respirare normalmente. Potresti inciampare sulle tue parole o trovare impossibile continuare una conversazione.

Nel corso del tempo, potresti iniziare a sviluppare l'ansia anticipatrice, in cui hai paura di ritrovarti in una situazione che potrebbe farti arrossire. Potresti iniziare a evitare determinate situazioni sociali o, in casi estremi, a non uscire affatto. Potresti anche sviluppare ulteriori fobie sociali, come la paura del palcoscenico o la paura di mangiare di fronte agli altri, a causa del timore che quelle attività possano scatenare una reazione arrossente.

Trattamento

Il trattamento dipende dalla gravità e dalla complessità della fobia. In definitiva, la paura non è in realtà la risposta arrossente stessa, ma delle reazioni che percepisci, gli altri potrebbero avere il tuo arrossire. Brevi opzioni terapeutiche, come la terapia cognitivo-comportamentale (CBT), trattano la fobia insegnandoti nuovi modelli di pensiero e comportamenti che aiutano a ridurre la paura. Sono disponibili anche farmaci che vengono spesso utilizzati in aggiunta alla terapia.

Se soffri anche di altre fobie sociali, il tuo piano di trattamento incorporerà tutte le tue paure, affrontandole contemporaneamente. La chirurgia è disponibile per limitare il rossore, ma non è un metodo raccomandato per il trattamento della paura.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento