Principale » dipendenza » Sintomi e fattori di demenzaofobia

Sintomi e fattori di demenzaofobia

dipendenza : Sintomi e fattori di demenzaofobia
La paura della follia è generalmente nota come demenza. Le persone che soffrono di questa paura hanno paura di impazzire o di perdere il contatto con la realtà. La paura può essere scatenata da una storia familiare di malattia mentale o periodi di forte stress.

Malattia mentale e stigmatizzazione

La malattia mentale è stata a lungo associata a parto, trattamenti dolorosi e derisione pubblica. In vari punti della storia, si pensava che coloro che soffrivano di una malattia mentale fossero posseduti da spiriti maligni, che agissero volontariamente o fossero semplicemente incontrollabili. Solo alla fine del XX secolo l'establishment medico e il pubblico hanno iniziato a riconoscere la malattia mentale come una condizione medica curabile.

Storia della depressione

Se hai parenti più grandi che hanno attraversato i manicomi dell'inizio o della metà del 20 ° secolo, potresti temere di sottoporsi allo stesso trattamento. Sebbene i protocolli di trattamento siano cambiati rapidamente, le storie di detenuti sopravvissuti sono spesso agghiaccianti.

Potresti anche avere paura della stigmatizzazione sociale. Alcune malattie mentali causano tic, esplosioni vocali e comportamenti socialmente inappropriati. Mentre la stigmatizzazione non è così comune come era, esiste. Potresti temere di perdere amici e familiari o di essere imbarazzato di fronte a estranei a causa di malattie mentali.

Sintomi comuni

Coloro che soffrono di fobia di impazzire spesso presentano i seguenti sintomi:

  • Grave depressione
  • Ritiro sociale
  • Attacchi di panico
  • Ansia
  • Mal di testa
  • Sensazione di svenimento
  • Vertigini
  • Nausea
  • Sudorazione eccessiva
  • Palpitazioni
  • affanno

Fattori correlati all'ansia

La depersonalizzazione e la derealizzazione sono cambiamenti soggettivi nella percezione. Sono estremamente comuni durante gli attacchi di panico e i periodi di intenso stress, ma possono creare una sensazione di disconnessione con il corpo e con il mondo in generale. Questa sensazione può portare a una sensazione di impazzire. Ironia della sorte, questi fattori possono portare a un ciclo autoreplicante.

Una fobia di impazzire può portare ad attacchi di panico, che possono aumentare ulteriormente la convinzione che stai, di fatto, impazzendo. La terapia può essere l'unico modo per interrompere questo ciclo.

Le statistiche mostrano che coloro che hanno un parente con una malattia mentale hanno maggiori probabilità di sviluppare una malattia simile. La consapevolezza di avere un rischio leggermente più elevato di sviluppare una malattia mentale può accrescere ulteriormente la paura.

Ottenere aiuto

Le fobie sono spesso trattate con un mix di farmaci e terapia. I terapisti generalmente attingono da una varietà di tecniche cognitivo-comportamentali per aiutare i malati a sfidare le loro convinzioni sulla malattia mentale e alla fine sviluppare modi di pensare più sani.

La psicoeducazione, in cui apprendi di più su specifiche malattie mentali, è spesso utile. Il tuo terapista può anche lavorare con te per esplorare il significato che la tua paura ha per te. L'obiettivo del trattamento è in genere di aiutarti a comprendere le complesse problematiche legate alla paura al fine di ridurre al minimo i sentimenti e le emozioni paurose.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento