Principale » dipendenza » Impostazione dei limiti per la gestione dello stress

Impostazione dei limiti per la gestione dello stress

dipendenza : Impostazione dei limiti per la gestione dello stress
Impostare i confini non è sempre facile. Il processo stesso, che consente alle persone di sapere dove sono le tue esigenze e i tuoi limiti, può spesso essere stressante, soprattutto per coloro che non sono abituati. Quando le persone sono abituate ai confini delle relazioni che sono ad un certo punto, possono combattere se provi a cambiare i tuoi confini con loro, e le persone (come i bambini) spesso provano a testare i confini tra loro. Tutto ciò può essere stressante, specialmente quando si tiene conto del bilancio dei conflitti a livelli di stress. Tuttavia, il risultato finale può valerne la pena: relazioni che implicano livelli più elevati di rispetto reciproco, che soddisfano le esigenze di tutte le parti coinvolte e creano molto meno stress per tutti.

Il primo passo per stabilire i confini è capire dove si trovano i tuoi confini personali. Quanto ti senti a tuo agio con le persone che ti si avvicinano e ti portano certe libertà "> le persone hanno confini diversi, qualcosa che disturba gli altri che potrebbero non disturbarti e viceversa. Pertanto, è importante comunicare agli altri dove si trovano i tuoi livelli di comfort (e livelli di disagio) mentono in modo tale che le persone con confini diversi possano essere in grado di evitare di violare le seguenti. Di seguito sono riportate le linee guida generali per aiutarti a diventare più consapevole dei tuoi confini personali.

Segni che devi lavorare sui confini

  • Ti senti pieno di risentimento per le persone che ti chiedono troppo, e sembra succedere spesso.
  • Ti ritrovi a dire di sì a cose che preferiresti non fare, solo per evitare di turbare o deludere gli altri.
  • Ti senti pieno di risentimento perché stai facendo di più per gli altri di quanto non facciano per te.
  • Tendi a tenere la maggior parte delle persone a distanza di un braccio perché hai paura di lasciare che le persone si avvicinino troppo e ti schiaccino.
  • Ti accorgi che la maggior parte di ciò che fai è per le altre persone, e potrebbero anche non apprezzarlo così tanto.
  • Lo stress che provi a deludere gli altri è maggiore dello stress di fare cose che ti danno fastidio o ti sfiniscono nel tentativo di compiacerli.

Domande da porsi

Ci sono ulteriori domande che dovresti porti quando stai guardando le scelte specifiche che puoi fare, piuttosto che i tuoi sentimenti in generale, che possono aiutarti a decidere se è necessario stabilire un limite. Le seguenti domande possono aiutarti a chiarire i tuoi confini in situazioni specifiche e navigare attraverso quelli futuri:

  • Se nessuno fosse deluso, preferiresti dire di sì o no?
  • Guardando tutti i benefici e i costi di questa situazione (sia tangibili che immateriali), vale la pena di dire di sì?
  • Ti sentiresti a tuo agio a proporre la stessa richiesta a qualcun altro?
  • Se le persone si arrabbiassero con te se dicessi di no, senti davvero che provengono da un luogo rispettoso e ragionevole? (E, in caso contrario, potrebbe essere il momento di iniziare a impostare alcuni limiti?)
  • È un precedente che vuoi impostare? (E, in caso contrario, dove sarebbe un posto ragionevole per tracciare la linea?)
  • Pensa a qualcuno che ritieni abbia dei limiti molto salutari, il tipo che vorresti emulare. Come pensi che avrebbero risposto in questa situazione?

Una volta determinato come ti senti, puoi decidere se desideri davvero stabilire un limite. In un mondo perfetto, una volta che siamo consapevoli di dove si trovano le nostre zone di comfort personali, abbiamo semplicemente bisogno di comunicare tali informazioni ad altri, e viene stabilito un limite di relazione. Tuttavia, abbastanza spesso nel mondo reale, la definizione dei confini comporta un certo negoziato e non sempre va liscio. Le persone hanno confini propri che potrebbero non corrispondere e possono spingersi per una maggiore distanza o vicinanza per i propri motivi. Cambiare i confini dallo status quo può anche far reagire le persone cercando di rafforzare i confini precedenti o esistenti, a volte in modi che ci mettono a disagio. In questo modo, stabilire dei limiti può essere una lotta.

Poiché dobbiamo pensare ai nostri bisogni, nonché ai bisogni e alle reazioni degli altri, è importante essere prudenti nel fissare i confini. Le domande da porsi quando si scopre dove si trovano i propri confini personali sono diverse dalle domande che possono porsi quando si decide dove impostare effettivamente i propri limiti in situazioni specifiche, poiché tengono conto di fattori pratici come il "costo" di stabilire i limiti. Ti permettono anche di essere chiaro su questioni come la colpa (dovresti sentirti in colpa?) E la motivazione (ne vale la pena?) In modo da poter andare avanti con il minimo stress. Ecco alcune domande da porsi:

  • Cosa è giusto qui?
  • Se tu fossi nella posizione dell'altra persona, la tua soluzione sembrerebbe comunque giusta?
  • Ti sei impegnato in questo, o è un'aspettativa che l'altra persona ti sta ponendo?
  • C'è un'altra soluzione qui che potrebbe essere più vantaggiosa per entrambe le parti?
  • L'atto di apportare una modifica o stabilire un limite crea più stress di quanto potrebbe alleviare a lungo termine?
  • Quando immagini i risultati tra un anno, hai la sensazione che questa sarebbe una soluzione migliore di quella che hai adesso?
  • Se stai stabilendo un confine e ritieni che l'altra persona sia irragionevole nel combattere il confine, e sei disposto a lasciare andare la relazione piuttosto che sentirti ferito dalla mancata corrispondenza del confine?

È importante notare che probabilmente peserai i tuoi sentimenti più pesantemente di quelli degli altri perché devi convivere con le conseguenze delle tue decisioni. Sei anche tu quello che dovrà convivere con le conseguenze delle tue scelte. Alla fine, tutti abbiamo i nostri livelli di comfort per i confini, ma queste domande forniscono spunti di riflessione. Una volta che hai deciso dove impostare i tuoi limiti, lavorare su strategie di impostazione dei confini e tecniche di comunicazione assertive può portare alcuni buoni risultati nella tua vita.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento