Principale » dipendenza » La psicologia dietro la paura

La psicologia dietro la paura

dipendenza : La psicologia dietro la paura
La paura è un'emozione umana potente e primitiva. Ci avvisa della presenza di un pericolo ed è stato fondamentale per mantenere in vita i nostri antenati. La paura può essere divisa in due risposte: biochimica ed emotiva. La risposta biochimica è universale, mentre la risposta emotiva è altamente individuale.

Reazione biochimica

La paura è un'emozione naturale e un meccanismo di sopravvivenza. Quando affrontiamo una minaccia percepita, i nostri corpi rispondono in modi specifici. Le reazioni fisiche alla paura includono sudorazione, aumento della frequenza cardiaca e alti livelli di adrenalina che ci rendono estremamente vigili.

Questa risposta fisica è anche conosciuta come la risposta di "lotta o fuga", in cui il tuo corpo si prepara a entrare in combattimento o scappare. Questa reazione biochimica è probabilmente uno sviluppo evolutivo. È una risposta automatica che è cruciale per la nostra sopravvivenza.

Risposta emotiva

La risposta emotiva alla paura è altamente personalizzata. Poiché la paura comporta alcune delle stesse reazioni chimiche nel nostro cervello che emozioni positive come la felicità e l'eccitazione fanno, sentire la paura in determinate circostanze può essere vista come divertente, come quando si guardano film spaventosi.

Alcune persone sono drogati di adrenalina, che prosperano in sport estremi e altre situazioni da brivido che inducono paura. Altri hanno una reazione negativa al sentimento di paura, evitando situazioni che inducono paura a tutti i costi. Sebbene la reazione fisica sia la stessa, la paura può essere percepita come positiva o negativa, a seconda della persona.

Cause della paura

La paura è incredibilmente complessa. Alcune paure possono essere il risultato di esperienze o traumi, mentre altre possono rappresentare la paura di qualcos'altro, come una perdita di controllo. Tuttavia, possono verificarsi altre paure perché causano sintomi fisici, come la paura delle altezze perché ti fanno venire le vertigini e il mal di stomaco, anche se stai guardando un video o guardando una foto e senza alcun pericolo reale.

Gli scienziati stanno cercando di capire esattamente cos'è la paura e cosa la causa, ma questa è un'impresa estremamente difficile alla luce delle differenze tra gli individui in termini di ciò che temono e perché. Non c'è accordo tra gli scienziati che studiano la paura riguardo a che si tratti di una specie di comportamento che è solo osservabile o di qualcosa che i nostri cervelli sono fisicamente collegati a fare.

acclimazione

L'esposizione ripetuta a situazioni simili porta alla familiarità. Ciò riduce drasticamente sia la risposta alla paura che l'esaltazione risultante, portando i drogati di adrenalina a cercare nuove e più grandi emozioni. Costituisce anche la base di alcuni trattamenti di fobia, che dipendono dalla riduzione al minimo della risposta alla paura facendola sentire familiare.

Psicologia delle fobie

Un aspetto dei disturbi d'ansia può essere la tendenza a sviluppare una paura della paura. Laddove la maggior parte delle persone tende a provare paura solo durante una situazione percepita come spaventosa o minacciosa, coloro che soffrono di disturbi d'ansia possono avere paura di provare una risposta di paura. Percepiscono le loro risposte alla paura come negative e fanno di tutto per evitare quelle risposte.

Una fobia è una torsione della normale risposta alla paura. La paura è diretta verso un oggetto o una situazione che non presenta un pericolo reale. Sebbene tu riconosca che la paura è irragionevole, non puoi aiutare la reazione. Nel tempo, la paura tende a peggiorare man mano che la paura della risposta alla paura prende piede.

Trattare le fobie

I trattamenti di fobia basati sulla psicologia della paura tendono a concentrarsi su tecniche come la desensibilizzazione sistematica e l'alluvione. Entrambe le tecniche lavorano con le risposte fisiologiche e psicologiche del tuo corpo per ridurre la paura.

  • Desensibilizzazione sistematica: in questo trattamento, sei gradualmente guidato attraverso una serie di situazioni di esposizione. Ad esempio, se hai paura dei serpenti, potresti passare la prima sessione a parlare di serpenti. Lentamente, nelle sessioni successive, verrai guidato a guardare le foto dei serpenti, a giocare con i serpenti giocattolo e infine a maneggiare un serpente vivo. Questo di solito è accompagnato dall'apprendimento e dall'applicazione di nuove tecniche di coping per gestire la risposta alla paura.
  • Inondazioni: questo è un tipo di tecnica di esposizione che può avere abbastanza successo. Si basa sul presupposto che la tua fobia è un comportamento appreso e devi disimpararlo. In caso di alluvione, sei esposto a una grande quantità dell'oggetto temuto o esposto a una situazione temuta per un periodo prolungato di tempo in un ambiente sicuro e controllato fino a quando la paura diminuisce. Ad esempio, se hai paura degli aerei, andresti comunque su uno. Il punto è farti superare l'ansia travolgente e il potenziale panico in un luogo in cui devi affrontare la tua paura e alla fine realizzare che stai bene. Questo può aiutare a rafforzare una reazione positiva (non sei in pericolo) con un evento temuto (essere nel cielo su un aereo), alla fine farti superare la paura.

    È importante che tali approcci conflittuali vengano intrapresi solo con la guida di un professionista della salute mentale qualificato, poiché si tratta di tecniche potenzialmente traumatiche. Tuttavia, in alcune circostanze, hanno un eccellente tasso di successo se sei pronto a provarli.

    Raccomandato
    Lascia Il Tuo Commento