Principale » depressione » Effetti psicologici dell'obesità infantile

Effetti psicologici dell'obesità infantile

depressione : Effetti psicologici dell'obesità infantile
L'obesità infantile può comportare una serie di problemi psicologici. I problemi di peso possono essere particolarmente difficili durante gli anni tra due a causa dell'atmosfera sociale unica che questa fascia d'età deve affrontare. Ecco cosa dovrebbero sapere i genitori sugli effetti psicologici dell'obesità infantile, in modo che possano aiutare il loro bambino ad affrontare le sfide e altri problemi correlati.

Problemi di autostima

L'obesità infantile è più di un problema fisico. Le interpolazioni tendono ad essere iper-consapevoli di come si confrontano con gli altri, il che li rende autocoscienti e sentirsi soli. Molti di questi confronti sociali dipendono da caratteristiche superficiali, come la scelta dell'abbigliamento, l'attrattiva del viso e - sì - il peso. Pertanto un'interpolazione obesa può sentirsi fuori posto tra i suoi coetanei più magri. Di conseguenza, i ricercatori hanno trovato livelli più bassi di autostima nei bambini obesi e nelle interpolazioni rispetto ai loro coetanei di peso medio. Un team di ricercatori ha scoperto che i bambini obesi di età compresa tra 9 e 12 anni avevano problemi di autostima che andavano ben oltre l'autostima fisica. In altre parole, le interpolazioni obese tendevano a essere insoddisfatte di se stesse in vari modi - incluso socialmente - non solo insoddisfatte del loro aspetto.

Livelli più alti di depressione

Gli anni della scuola media sono anni difficili anche nelle migliori circostanze, ma ancora di più per i bambini con problemi di peso. Oltre a fare molti confronti sociali con i loro coetanei, le interazioni tendono a fissarsi su come le altre persone reagiscono a loro. Sfortunatamente, è stato scoperto che le interazioni obese suscitano reazioni paritarie più negative rispetto alle interazioni di peso medio. I coetanei svolgono un ruolo sempre più importante nella vita di un'interpolazione, quindi le interazioni sociali positive sono fondamentali per il benessere psicologico delle interpolazioni. Di conseguenza, livelli più alti di depressione sono stati riscontrati in bambini obesi e interpolazioni.

Altri problemi di comportamento

Quasi tutte le interpolazioni agiranno in un punto o nell'altro, ma i genitori di intere obese hanno riportato più problemi comportamentali nelle loro interazioni obese rispetto ai genitori di interpolazioni di peso medio. In particolare, i genitori hanno notato che i loro bambini obesi avevano più problemi "interiorizzanti" - problemi in cui la rabbia è diretta verso l'interno, che può manifestarsi come depressione, ansia o problemi alimentari. Hanno anche avuto "problemi di esternalizzazione" - problemi in cui la rabbia è diretta verso l'esterno, come aggressività, sfida e discorsi. I genitori hanno anche valutato le loro interazioni obese come meno competenti a scuola e in contesti sociali, mettendo a rischio il loro successo accademico e le loro amicizie. La percezione dei genitori può avere un ruolo in questi risultati, tuttavia, poiché coloro che hanno cercato il trattamento hanno riportato più problemi comportamentali rispetto a quelli che non hanno cercato il trattamento. In altre parole, potrebbe essere che i genitori che vedevano l'obesità come un problema che necessitava di cure avessero maggiori probabilità di associare anche altri comportamenti come problematici; coloro che non hanno cercato cure potrebbero non aver visto l'obesità o altri comportamenti come problemi.

Tutto sommato, l'obesità può comportare una serie di problemi psicologici durante gli anni tra due anni. Pertanto, adottare misure per porre rimedio al problema attraverso cambiamenti nella nutrizione e nell'attività fisica può avere importanti benefici fisici e psicologici. Se pensi che tuo figlio soffra a causa di un problema di peso, contattare il pediatra è un primo passo naturale per ottenere l'aiuto di cui ha bisogno.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento