Principale » nozioni di base » Come funziona un gruppo normativo in psicologia

Come funziona un gruppo normativo in psicologia

nozioni di base : Come funziona un gruppo normativo in psicologia
Di solito ascolti il ​​termine gruppo normativo, o gruppo normativo, nelle discussioni su test e misure. Si riferisce al campione di partecipanti al test che sono rappresentativi della popolazione a cui è destinato il test. Si suppone che quel gruppo normativo rappresenti un ipotetico "tipico" collaudatore, che rappresenta il gruppo che viene testato.

Come vengono utilizzati i gruppi normativi nei test psicologici

Quando si progetta un test di qualcosa, che si tratti di abilità accademiche o segni di depressione, è importante che le persone che fanno il test comprendano il gruppo che stanno testando e sappiano cosa sarebbe considerato normale all'interno di quel gruppo.

Ad esempio, il SAT è un test standardizzato di potenziale accademico. È preso da studenti delle scuole superiori e anziani negli Stati Uniti. Pertanto, il gruppo normativo per il SAT sarebbe un gruppo randomizzato e interculturale di studenti americani delle scuole medie e superiori che riflettono accuratamente la diversità (e quindi la media) di quel gruppo di partecipanti al test.

Come viene utilizzata la selezione casuale nella ricerca

In psicologia, il gruppo normativo per un test per diagnosticare la depressione nei bambini dai 5 ai 10 anni negli Stati Uniti sarebbe un campione di bambini dai 5 ai 10 anni provenienti da vari gruppi demografici negli Stati Uniti.

Come vengono valutati i test a norma

I test con riferimento alle norme sono valutati in modo diverso rispetto ai test con riferimento a criteri. I test con riferimenti a criteri sono il tipico formato di test che potresti trovare a scuola. Le domande hanno risposte giuste e le risposte sbagliate e i punteggi sono classificati in base a un punteggio perfetto.

Al contrario, non è possibile "superare" o "fallire" un test a norma. Piuttosto, darà risultati basati sulle prestazioni rispetto a un gruppo normativo.

Prendi, ad esempio, un test QI, uno dei principali tipi di test referenziati dalle norme. I punteggi dei test di intelligenza in genere seguono ciò che è noto come una distribuzione normale, una curva a campana in cui la maggior parte dei punteggi si trova vicino o intorno al punteggio medio. Ad esempio, la maggior parte dei punteggi (circa il 68 percento) sulla Wechsler Adult Intelligence Scale-Fourth Edition (WAIS-IV) tende a trovarsi tra più 15 o meno 15 punti dal punteggio medio di 100.

Ciò significa che circa il 68 percento delle persone che prendono questo test segnerà tra 85 e 115 punti.

Come vengono interpretati i punteggi IQ ">

Percentili come espressione di prestazione

È inoltre possibile che vengano visualizzati i risultati dei test con riferimento alla norma presentati come percentili. Questi percentili sono basati su una curva a campana, con la "norma" che cade nel mezzo della curva, e quindi gli intervalli di percentili sono delimitati come deviazioni dalla norma (sopra o sotto la curva). Se hai eseguito un test standard come il SAT, potresti aver notato che hai ottenuto sia un punteggio che era un numero basato sul numero totale di punti che avresti potuto ricevere, ma anche tradotto un percentile che rifletteva come hai fatto in relazione ad altri partecipanti al test.

Più lontano dalla norma sei, più lontano dal 50 ° percentile sarà il tuo punteggio. Quindi, ad esempio, un punteggio SAT nel 99 ° percentile significa che hai ottenuto un punteggio migliore del 99% degli altri partecipanti al test.

Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento