Principale » dipendenza » Gli effetti del monossido di carbonio dal fumo di sigaretta

Gli effetti del monossido di carbonio dal fumo di sigaretta

dipendenza : Gli effetti del monossido di carbonio dal fumo di sigaretta
Il monossido di carbonio (CO) è un gas velenoso, incolore e inodore che viene prodotto quando si verifica una combustione incompleta di combustibili contenenti carbonio. È presente nell'aria interna ed esterna in quantità variabili a causa di scarichi di veicoli, stufe a gas, stufe a legna, forni e fumo di sigaretta, che possono contenere alti livelli di monossido di carbonio.

Monossido di carbonio nel corpo umano

Quando il monossido di carbonio viene respirato nei polmoni, si lega all'emoglobina nei globuli rossi per produrre carbossiemoglobina (COHb) che viene quindi trasportato nel flusso sanguigno. Una volta che ciò accade, l'ossigeno non può legarsi con i recettori sulla stessa cellula. E poiché la CO è molto più rapida nel legame con l'emoglobina rispetto all'ossigeno (circa 200 volte più veloce), quando la CO è presente nei polmoni, conquista il punto sui globuli rossi. Questo processo riduce la capacità di trasportare ossigeno nel flusso sanguigno.

Il monossido di carbonio si collega rapidamente con i globuli rossi ma è lento ad uscire dal corpo, impiegando fino a un giorno per espirare attraverso i polmoni.

Un'abbondanza di monossido di carbonio nel flusso sanguigno fa morire di fame il corpo di ossigeno e, nei casi peggiori, può causare la morte.

Monossido di carbonio nel corpo di un fumatore

Il livello normale di COHb nel flusso sanguigno dall'esposizione ambientale al monossido di carbonio è inferiore all'1%. Per i fumatori, fattori come il marchio, il numero di sigarette fumate e la quantità di tempo che intercorre tra le sigarette può causare una saturazione di COHb nel sangue molto più elevata.

Un fumatore al giorno può avere un livello di COHb dal 3% al 6% nel sangue, due pacchi al giorno, dal 6% al 10% e tre pacchi al giorno, fino al 20%.

Gli effetti sulla salute della saturazione di CO nel sangue superiore all'1% possono causare sintomi fisici rilevabili, come:

  • Frequenza cardiaca aumentata tra l'1% e il 5%.
  • Tolleranza ridotta per l'esercizio fisico tra il 2% e il 15%.
  • Mal di testa e distorsioni visive possono verificarsi ad alti livelli di saturazione di CO - tra il 15% e il 20%.

La mancanza di ossigeno nelle cellule costringe anche il cuore a lavorare di più per distribuire l'ossigeno in tutto il corpo, rendendo la CO un importante contributo alle malattie cardiache, inclusi attacchi di cuore e aterosclerosi.

Anche il fumo passivo può contenere alti livelli di CO, quindi anche i non fumatori che respirano ETS avranno livelli aumentati di CO nel sangue.

Il più grande rischio di fumo non è la malattia polmonare

Il fumo può causare avvelenamento da monossido di carbonio ">

Sì, è possibile soffrire di avvelenamento da CO dal fumo di sigaretta se un gran numero di sigarette viene fumato in rapida successione in uno spazio chiuso. Tuttavia, per la maggior parte dei fumatori, i sintomi di troppa CO nel flusso sanguigno, come un cuore che corre, mal di testa e nausea attireranno la loro attenzione e li indurranno a rallentare il fumo abbastanza da non aver bisogno di assistenza medica.

In un caso estremo documentato, una donna ha fatto un viaggio al pronto soccorso nel suo ospedale locale perché aveva le vertigini e aveva mal di testa. L'analisi del sangue ha rivelato un livello elevato di monossido di carbonio nel sangue. La sua casa è stata controllata per una perdita di monossido di carbonio e non è stata trovata alcuna.

Una settimana dopo è tornata in ospedale con gli stessi sintomi. Questa volta, il monossido di carbonio nel sangue era quasi il 25 percento. Non c'è da meravigliarsi che si sia sentita così male. Era un grande fumatore di oltre due pacchetti al giorno e aveva fumato numerose sigarette in un breve periodo di tempo.

Il dottore la trattò con ossigeno e si riprese, ma l'unico modo per risolvere il suo problema a lungo termine era smettere di fumare.

Sintomi di avvelenamento da monossido di carbonio

Respirare bassi livelli di CO può causare:

  • Fatica
  • Aumento del dolore toracico nelle persone con malattie cardiache croniche

In persone altrimenti sane, l'inalazione di livelli più elevati di monossido di carbonio può causare sintomi simil-influenzali (senza febbre) come:

  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Debolezza
  • Sonnolenza
  • Nausea
  • vomito
  • Confusione
  • Disorientamento

A livelli molto elevati, l'esposizione al monossido di carbonio causerà perdita di conoscenza e morte, quindi è importante consultare un medico se si verifica uno dei sintomi sopra.

Sintomi di avvelenamento da monossido di carbonio

Una parola da Verywell

Il monossido di carbonio è solo una delle molte sostanze chimiche pericolose nel fumo di sigaretta. Ad oggi, oltre 7000 composti chimici, 250 dei quali sono noti per essere velenosi e oltre 70, che sono stati identificati come cancerogeni, sono noti per essere presenti nel fumo di sigaretta.

Se stai ancora fumando, è ora di smettere. Non temere la cessazione del fumo. Altri l'hanno fatto con successo. Puoi farlo anche tu.

Ragioni per cui dovresti smettere di fumare
Raccomandato
Lascia Il Tuo Commento